Tag: Filippo Scicchitano

cattiva coscienza

Cattiva coscienza diretto da Minnella con Francesco Scianna, Filippo Scicchitano, Matilde Gioli nelle sale

Cattiva Coscienza è il  film di Davide Minnella scritto da Stefano Sardo, Teresa Gelli, Giordana Mari

Nel cast di  Cattiva Coscienza ci sono:

Francesco Scianna, Filippo Scicchitano, Matilde Gioli, Beatrice Grannò, Giovanni Esposito, Caterina Guzzanti,

cattiva coscienzaAlessandro Benvenuti, Gianfranco Gallo, Drusilla Foer, Francesco Motta

 La fotografia è di  Marco Bassano, il montaggio di Sarah McTeigue

La distribuzione è a cura di Vision Distribution;

il film è nelle sale dal 19 luglio.

Una produzione Italian International Film – Gruppo Lucisano, in collaborazione con Vision Distribution e Sky.

 

La coscienza di un uomo è il suo bene più prezioso. Quello che gli uomini non sanno, però, è che le loro coscienze abitano un mondo parallelo al nostro.

Le coscienze sono scoraggiate, demotivate, inascoltate. Tutte, tranne una.

Otto è la migliore coscienza d’Italia perché Filippo, il suo ‘protetto’, lo segue ciecamente, garantendogli punteggi clamorosi.

Almeno finché, alla vigilia del suo matrimonio, Filippo si scopre represso, e decide di disobbedire alla sua coscienza,

perché si è innamorato di un’altra, una ragazza di nome Valentina, che gli ha fatto perdere la testa.

Otto non ha altra scelta che scendere sulla Terra per farlo tornare in sé e non perdere la meritata promozione.

Peccato che, da vicino, il confine tra Bene e Male sia molto più difficile da vedere:

fare gli Esseri Umani è un lavoro complicatissimo, soprattutto se c’è di mezzo l’amore.

Il regista Minnella descrive il lavoro fatto per il film:

Volevo un tono particolare per questo lavoro, di cui mi ha colpito la sceneggiatura,

volevo essere credibile il più possibile

Quello che mi spaventava era mettere in scena una commistione di generi: il fantastico e la commedia romantica.

Francesco Scianna sul suo personaggio dice:

Ho costruito Otto immaginandolo molto vicino al suo protetto Filippo, interpretato da Filippo Scicchitano.

Volevo restituire al meglio il mistero che accompagna la coscienza ed ho scelto di raccontarla in chiave anche divertente e, soprattutto, reale.

Questo film per me è stato fondamentale, mi ha cambiato, per l’energia particolare che lo ha accompagnato.

Ho imparato a sorprendermi, come fanno i bambini, a non dare niente per scontato,

a imparare a osservare gli altri senza schemi mentali precostituiti.

 

(IM)perfetti criminali

(IM)perfetti criminale il film di Alessio Maria Federici su Sky Cinema e in streaming su NOW

(IM)perfetti criminale un film di Alessio Maria Federici  va in onda dal 9 maggio su Sky Cinema e in streaming su NOW.

(IM)perfetti criminali (IM)perfetti criminali  con il cast formato da:  Filippo Scicchitano, Guglielmo Poggi, Fabio Balsamo, Babak Karimi, Anna Ferzetti,Marouane Zotti, Silvia Pegah Scaglione,

Danial Daroui, Massimiliano Franciosa, Sara Baccarini, Roberta Bruzzone, Jerry Mastrodomenico

con Matteo Martari, con Rocío Muñoz Morales

con la partecipazione di Massimiliano Bruno, con la partecipazione di Pino Insegno

e con l’amichevole partecipazione di Claudio “Greg” Gregori

(IM)perfetti criminale  è un film Sky original e una produzione Cinemaundici e Vision Distribution

Il soggetto e la  sceneggiatura di (IM)perfetti criminale   sono di Luca Federico Giovanni Galassi Tommaso Matano Ivano Fachin

La fotografia è  a cura di Manfredo Archinto A.I.C. mentre il montaggio è di  Christian Lombardi.

Assistente al montaggio è Riccardo Cannella

E le musiche originali sono di Roberto Lobbe Procaccini

Riccardo, Amir, Pietro e Massimo, quattro guardie giurate, non particolarmente brillanti né coraggiose, sono legate da un’amicizia indissolubile.

Quando Amir, che ha una famiglia numerosa da mantenere, perde il lavoro, gli altri tre si sentono chiamati ad aiutarlo ad ogni costo.

Passando da una pessima idea a un improvvisato piano criminale, i quattro amici si troveranno in un vortice di incontri, avventure e insidie, ma anche qualche sorpresa.

Perché i nostri eroi hanno ancora più di un asso nella manica…

Dirigere ed immaginare (IM)perfetti Criminali è stata una sfida affascinante.  –

dichiara il regista Alessio Maria Federici –

Ho avuto la possibilità di raccontare una storia umana su più livelli narrativi.

È stata un’avventura avvincente e complicata allo stesso tempo perché il rischio di

svelare ciò che non si poteva rendeva tutto pericoloso

 bisognava mantenere il giusto equilibrio narrativo.

Ho cercato di dare una diversità ai due piani del racconto tramite il modo di girare.

Quando dovevo raccontare la parte umana stavo vicino ai nostri protagonisti con la macchina da presa, mentre quando dovevo girare le scene d’azione ho scelto i campi larghi e

utilizzavo la macchina mossa freneticamente cercando di utilizzare gli schemi visivi tipici dell’heist movie integrandoli nello sviluppo della storia.

La scelta della colonna sonora ha poi condizionato lo sviluppo della parte centrale e finale del film

assecondando la velocità dell’azione con ritmi e musiche che ricordano i famosi 007.