Tag: vision distribution

è stato tutto bello

È stato tutto bello – Storia di Paolino e Pablito è il film documentario di Walter Veltroni

È stato tutto bello – Storia di Paolino e Pablito è il film documentario diretto da Walter Veltroni

e prodotto da Palomar in collaborazione con Vision Distribution e con Sky.

è stato tutto belloIl film sarà nelle sale italiane il 19, 20 e 21 settembre.

È stato tutto bello – Storia di Paolino e Pablito racconta la storia del grande Paolo Rossi, calciatore decisivo nella spedizione italiana ai mondiali del 1982.

In È stato tutto bello – Storia di Paolino e Pablito Leonardo Turco interpreta Paoli Rossi bambino, mentre Gianmarco Piccione e Mirco Pestelli

sono rispettivamente Rossano Rossi bambino e Dante Mondanelli bambino.

Tra le persone intervistate non possono mancare naturalmente i familiari di Paolo Rossi e gli amici di una vita:

la moglie Federica Cappelletti, il fratello Rossano Rossi e alcuni dei calciatori che hanno condiviso con Paolo Rossi la magica avventura di Spagna 1982:

Antonio Cabrini, Marco Tardelli, Giuseppe Bergomi.

Si tratta di un omaggio a Paolo Rossi eroe del calcio morto nel 2020;

attraverso filmati privati, interviste a chi lo ha conosciuto nella sua intimità, il repertorio delle sue prove più straordinarie e testimonianze dei suoi momenti più difficili,

il docu-film ripercorre la storia di Paolo Rossi che è sempre stata dolore, gioia, sacrificio, trionfo.

In È stato tutto bello – Storia di Paolino e Pablito volevo raccontare di Paolino

– dice il regista Veltroni –

un ragazzo non particolare, di provincia, non toccato da una grazia fisica, non era insomma Ibrahimovic,

uno tra i tanti milioni di italiani che poi ce l’hanno fatta anche attraverso il dolore.

Bambino gracile all’apparenza e di famiglia proletaria, Paolino gioca a calcio tutti i giorni nei campetti dell’oratorio della sua città, Prato.

Il talento si nota e, appena quattordicenne, viene chiamato a giocare nella giovanile della grande Juventus, che lo costringe a trasferirsi da solo a Torino.

Si rompe il menisco per tre volte all’inizio di una carriera che rischia di non cominciare mai.

Dopo essere diventato capocannoniere e aver fatto impazzire l’Italia ai Mondiali in Argentina, durante i quali entra nel cuore di tutti con il soprannome di Pablito,

la sua carriera subisce nuovamente una battuta d’arresto: viene investito dalle accuse nel brutto affaire del calcioscommesse.

Seppur assolto dal tribunale, la giustizia sportiva lo condanna a due anni di assenza dai campi.

Subito dopo, però, Enzo Bearzot, che lo ama e lo stima da sempre, lo porta senza esitazione in Spagna a giocare quel Mondiale dell’82 che tutta l’Italia ricorda.

 

Della stagione di Paolo Rossi campione del mondo tutti sanno tutto.

continua Veltroni –

Meno si conosce della sua vita, della sua storia.

Siamo andati a Santa Lucia, frazione di Prato, per ritrovare i suoi luoghi.

Abbiamo ascoltato dal fratello Rossano i racconti di quando loro due, bambini, si stringevano nel letto per fronteggiare il freddo

o di quando scartavano gli ulivi per giocare al calcio.

Paolino era una creatura gracile, dotata di un talento e di una determinazione incredibili.

I suoi compagni di squadra della Cattolica Virtus si sono ritrovati per ricordare il loro

compagno scomparso.

Marco Tardelli e Antonio Cabrini sono tornati nei luoghi del Mundial vinto per parlare di lui.

E con la moglie Federica e le figlie, abbiamo ricordato i suoi ultimi anni.

È la storia di due persone in una, Paolino e Pablito, unite da due caratteristiche:

la capacità di reazione alle avversità e al dolore (gli infortuni e il calcio scommesse) e il sorriso.

Il sorriso con il quale il film si apre e si chiude. È la storia di un italiano, non solo di un calciatore.

3/19

3/19 è il film diretto da Silvio Soldini con Kasia Smutniak

3/19 è il film diretto da Silvio Soldini con Kasia Smutniak,

Francesco Colella, Caterina Forza, Paolo Mazzarelli, Martina De Santis, Antonio Zavatteri, Anna Ferzetti, Arianna Scommegna, Giuseppe Cederna

3/19La sceneggiatura di 3/19 è firmata da Doriana Leondeff, Davide Lantieri, Silvio Soldini.

3/19 è distribuito da Vision Distribution.

 3/19 :  è il numero con cui viene indicato un giovane immigrato, morto nell’anonimato.

“Nel mio film – dice Soldini – ho affrontato ll tema della memoria, le cose nascoste nei meandri della mente che tornano fuori.

E poi il tema del caso o del destino, che attraversa tutto il mio cinema.

Infine, volevo raccontare l’incontro-scontro tra due persone che porta a un cambiamento, a una sorta di rinascita”.

 “ Per questo film Kasia è stata fondamentale .

Dal primo provino con lei ho sentito che aveva qualcosa di molto credibile e vicino al personaggio, diverso da tutti gli altri del mio modo di girare.

La protagonista è una donna forte, quasi un soldato, abituata a lavorare in un mondo quasi del tutto maschile e a lottare,

ma in fondo ha una fragilità, una sensibilità finissima. Con Kasia queste due facce hanno preso vita con grande intensità”.

Il tema centrale di 3/19  è quello della responsabilità verso il prossimo, anche quando non c’è obbligo o perseguibilità penale, e per estensione verso la società e l’ambiente.

La Smutniak parla così del suo personaggio: “Camilla Corti è un avvocato, una donna che ha dedicato la sua vita al lavoro, rinunciando a se stessa e alla famiglia.

Super smart e veloce ma pur sempre una donna in un ambiente maschile dove sopravvivono solo quelli che sono veramente bravi e

 per fare questo devono rinunciare a tante cose che per le persone normali sono assolutamente incomprensibili”

 

 

capitan sciabola

“Capitan sciabola e il diamante magico” con la voce di Iansante

“Capitan sciabola e il diamante magico”,  il film di Marit Moum Aune e Rasmus A. Sivertsen,  arriva nelle sale cinematografiche dal 5 agosto distribuito da Vision Distribution.

capitan scaibola“Capitan sciabola e il diamante magico”, ispirato all’amatissimo personaggio ideato dallo scrittore, cantante, compositore e attore norvegese Terje Formoe,

realizzato dalla QVisten Animation, uno degli studi di animazione più importanti del Nord Europa.

Christian Iansante sarà la voce di  Tully.

Il film “Capitan sciabola e il diamante magico” è stato insignito del Public Choice Award agli Amanda Awards 2020, gli Oscar norvegesi, dove ha ricevuto anche due nomination come Miglior Film per ragazzi e Migliori Effetti Speciali.

Il film sarà presentato in anteprima agli Elements +6 di #Giffoni50Plus,

la cinquantunesima edizione del festival di cinema per ragazzi in programma dal 21 al 31 luglio.

Le anteprime al Giffoni di “Capitan sciabola e il diamante magico” si svolgeranno presso la Sala Lumière in data domenica 25 luglio alle ore 10.00 e in replica alle ore 14.30.

Un diamante dai poteri misteriosi, il pirata più temuto dei sette mari, tre ragazzini coraggiosi, il tutto in un’ambientazione che ricorda L’isola del tesoro di Stevenson ma con un tocco di magia:

questi gli elementi che rendono “Capitan sciabola e il diamante magico” un’avventura indimenticabile e ricca di divertimento per tutta la famiglia.

Il principe della jungla Mago Kahn, malvagio ed infido, ha messo le mani  su un diamante magico che, secondo la leggenda, riesce a esaudire ogni desiderio.

Marco, un ragazzino sveglio, orfano e senzatetto riesce a rubare il diamante.

Intanto, Pinky, il più giovane pirata mai esistito, si gode giorni tranquilli sulla terraferma insieme alla sua amica Veronica

che, al contrario, sogna di vivere grandi avventure alla volta di lidi sconosciuti.

L’occasione arriva inaspettatamente quando Capitan Sciabola, uno dei più grandi pirati dei Sette Mari, irrompe nella vita dei ragazzi per portarli con sé alla ricerca del diamante.

Al fianco del celebre pirata i simpaticissimi gemelli Wally e Wimp e il fedelissimo Ditolungo, luogotenente di Capitan Sciabola e suo prezioso consigliere.

Tanti colpi di scene per l’allegra ciurma che allieterà gli spettatori.

 

 

https://drive.google.com/file/d/1RlFeffWK74jpmrw2ho87ZnfKkwo9n14C/view